venerdì, ottobre 05, 2007

I am bamboccione


ebbene si... io sono un bamboccione. ma grazie alla manovra finanziaria, che fino a ieri non consideravo malaccio, potrò finalmente lasciare la mia situazione di scappato di casa senza casa, ossia quella condizione che un po' per vizio un po' per costrizione obbliga tutti quelli che guadagnano poco a vivere una situazione di ospiti, in questa Italia dagli affitti cari e le case d'oro.
io vivo con mio padre "malato" da anni, con lui condivido un casa di 70 mq in periferia con un affitto decente, con il mio stipendio ancora precario e la sua pensione, facciamo fronte alle spese,
ma la mia è sicuramente una delle situazioni migliori, ci sono storie ancora più problematiche.
no ho ben capito quanti saranno questi spiccioli che il governo rendrà ai giovani (io non lo sono) che decideranno di andare a vivere da soli, ma di sicuro non basteranno manco per la bolletta del telefono, credo che si parli di qualche centinaio di euro, forse questi soldi li prenderanno i soliti furbetti, ossia i figli dei ricchi che per sfizio fi prenderanno un appartamento in centro e con qualche magia faranno stare il loro reddito al di sotto della soglia che consente l'agevolazione, gli altri quelli come me, rimarranno nelle loro stanzette adibite a magazzino, o al massimo considereranno indipendenza una stanzetta condivisa con altri individui nelle loro condizione, casomai a nero.
Caro Tommaso Padoa Schioppa, il tuo tentativo di iniziare a fare qualcosa per la situazione casa, poteva essere un meritevole passettino che nonostante l'insufficiente efficacia, meritava un applauso, ma con l'espressione indiscriminata di bamboccioni senza fare i dovuti distinguo, hai cacato sul piccolo fiore appena sbocciato.
certo, i tuoi 3 figli se ne sono andati di casa presto, senza tanti problemi, come tutti quegli che in questo paese hanno i fottuti soldi, forse se riuscirete ad abbassare i costi della politica e gli sprechi di questo assurdo paese, per poi investire in una edilizia popolare ad affitti decenti, uniti a un aumento progressivo degli stipendi e delle possibilità di imprenditoria giovanile, il tutto farcito da servizi alla persona e alla famiglia decenti, forse e di forse, i giovani, ma anche gli ormai vecchi come me si leveranno di culo.
un altra puntualizzazione: anche quando arriverà il momento che lei e quelli come lei lasceranno lo spazio a giovani quarantenni, capaci e con tanta voglia di fare, allora la fiducia nel futuro aumenterà e i bamboccioni la smetteranno di pensare che tutto li fuori e difficile perché i posti sono occupati da eterni babbioni che non molleranno fino alla morte.

Cordiali saluti

Meo de Bamboccis

3 commenti:

Luca ha detto...

C'è già un sito su cui si può ordinare la maglietta con scritto "Sono un bamboccione", è su: http://www.cellulotto.org ed in più, invita tutti a partecipare al Bamboccione Day il 1° Dicembre 2007 !!!

MEO ha detto...

questa maglietta fa cacare... meglio se ne butto giù una io.

nonsisamai ha detto...

per non essere bambocciona guarda dove sono dovuta arrivare!! :)

vabe' alla fine ne valeva la pena, pero' come si fa? cioe' dico come fa un politico a dire una cosa del genere?

un abbraccio caro meo