martedì, luglio 31, 2007

inceneriamo le cazzate

oggi,dopo la mia prima giornata di lavoro, mi è venuto in mente di ritornare a vedere un consiglio comunale(di cui non faccio più parte) dove la discussione girava intorno al fatto, che il nostro ben amato inceneritore è stato spento a causa di uno sforamento dei limiti.
non credo di mettermi a quest'ora a parlare di tecnicismi vari, ma ragazzi, le cazzatte che ci raccontano questi amministratori sono giuste per essere incenerite appena l'inceneritore verrà riacceso, ma forse dovrei dire termovalorizzatore, perchè i teodemulivistiprogressisti di centro sinistra arretrata, dicono così.
una parte della colpa incenerente ce l'ho anche io, visti i miei voti favorevoli con distinguo a proposito del marchingegno, ma il fatto che mi sia ritirito dalla storia avrà pure un senso, "se non sei bono fai festa"i nostri amministratori e presidenti di pubblivatteloapesca o cis che dir si voglia non mollano mai, sono li con le loro tesserine in tasca da ex-qualcosa che si tengono strette le loro poltrone, incuranti del fatto che spesso non sono nemmenno all'altezza del compito che gli viene profumatamente pagato.
l'altra sera uno mi ha detto che mi comportavo in modo qualuquista perchè sono stato trombato "politicamente" io credo che se la colpa del mio allontanamento dalla politica poltronara ha un colpevole, fatemelo conoscere così lo porto a cena.
mentre scrivo in televisione passanno dei filmati che parlano del mercato umano provienente dalla romania e tutte le cazzate sparate dalla politica locale vengono incenerite dal mio cervellovalorizzatore che mi permette di chiudere questa parentesi ed andare a letto

venerdì, luglio 27, 2007

Pump Up the Jam



Con questo titolo non posso che parlare della fine degli anni 80, dove ho cominciato a mettere i dischi sul piatto, ed a fargli emettere suoni del tipo uuuu yae.. o stpt ciap o "can you party"
sono questi i colori , i suoni e le atmosfere che si sentivano a Londra, suoni emessi dalla mitica roland 303 o 808, vecchi dischi come quegli di Todd Terry, technotron o del mitico Tyree Cooper da cui dizzee rascal a ripreso il campione per il suo nuovo pezzo.
Old Skool

Aggiungi al mio pofilo | altri Video
ma se devo essere sincero le atmosfere sonore nei negozi e nei bar andavano anche molto più a ritroso nel tempo ripescando cose molto trash, provate a ricordare i modern talking, in uno dei negozi più interessanti avevano questi due ciuffonni fonati a tutta manetta.
io chiaramente non amo, preferisco di gran lunga altra roba, trash, ma non fino a questo punto.
per quanto riguarda il look, un idea dei più stravaganti ottantiani ve la possono dare queste tipe zezitron , che io amo di più infatti capeggiano fisse sul mio myspace.
la così detta massa giovane, se così si può dire era strizzata in panta elasticizzati, scarpe tennis settanta, tipo superga e il sopra variava a seconda del proprio stile, molti sosia del compagno di Kata Moss e via così fino ai personaggi più improbabili che rasentavano la festa mascherata, da sottolineare lo stile paul smith , che veniva rappresentato dai commessi nel negozio mitico di Covent Garden, un fottuto classico che non puoi non adorare, i mod's che su di me hanno un certo effetto calamita, visto lo scooter su cui siedono e il meo stile che a Londra si trova sempre...
notare la mia maglietta da 2 sterline...



martedì, luglio 24, 2007

fottuto cappuccino!

Questa credo sia la foto più bella e significativa del mio soggiorno a Londra.

Prima di tutto mi bevo un Fottuto Cappuccino, poi scrivo due cazzate.

Questa foto è stata scattata dentro un caffè vicino casa del Gamba, nel quale ho gustato gustosi cappuccini e burrosi dolci. Uno di quei locali che in Italia non potrebbe nemmeno aprire, visto i suoi tubi di scarico esterni, le seggiole vecchissime, e lo scassume generale,ecc...a Londra, non ci sono le assurde burocrazie che in Italia impallano il paese.
Provate in Italia ad aprire un posto come ne ho visti a decine a Londra in questi giorni, piccoli spazi di 30-40 metri quadri dove all'interno convivevano varie attività, abbigliamento, dischi,internet point e caffè.... auguri e figli maschi!

dopo la critica veniamo al ritorno in patria: le pensioni sono in stallo, il governo ha i numeri rosicati, bisogna abbassare i costi della politica,rilanciare il paese, Rossi e Turigliatto non sanno se voteranno la mozione del governo sulla politica estera, si consegnano le firme sul referendum ma le forse politiche vogliono un sistema elettorale alla tedesca, alcuni alla francese, altri alla Zuava e altri le uova strapazzate,
I lavoratori della Alitalia non si sono accorti che l'azienda era fallita perché erano impegnati a fare sciopero.
Se poi si va nel locale le cose sono uno spettacolo, visto che nel 2007 siamo riusciti a far passare i tubi dell' acquedotto nella strada principale del mio paese, quando ho letto l'articolo credevo che parlassero dell'Uganda, invece era la Via dove è collocata casa mia.

Mi sa che mi ribevo un altro Fottuto Cappuccino e mi metto a ripensare alla vacanza appena trascorsa .

PS: se vi va, mi traducete correttamente la frase che sta sopra la mia testa. hi hi hi hi hi .....

domenica, luglio 22, 2007

Meo,Azzurra a casa con Kyla.... ecc

scrivo da casa di Kyla, che sarebbe la moglie del Gamba, che ora e' in Norvegia a pescare, ma questa e' un'altra storia.
Qui a Londra e; sempre un bello stare, mi sembra di essere a casa, molto di piu' che a casa, ma anche questa e' un'altra staria.
Cazzo!!!!!! a forsa di parlare di altre storie mi sono dimenticato che dovevo scrivere che a Londra sono andato in giro, ho mangiato Jappa, Thai, Vietnamita, poi ho visto negozzi a bestia, roba vintage fino alla nausea e un fottio di interessanti personaggi che qui sono la norma, mi sa che ho anche comprato qualcosa, ma mi sono troppo incasinato con il discorso per poter rinfiliare la storia degli aquisti, poi scrivo da una tastiera impostata in inglese che mi da errore a tutte le parole e vista la mia pessima calligrafia sono rovinato..
credo che non correggiero' niente, cosi facendo faro' schiantare dalle risate il Poli.
domani torno, quindi olmi mi rivedra' per l'ennesima volta e piu' fottutamente inglese di sempre.

giovedì, luglio 19, 2007

ITALIA WAVE NO. Scissor Sisters dimolto si...



Sono le 2:51 tra un paio d'ore devo essere sveglio per andare a Pisa con l'Azzurra a prendere il volo per Londra, ma sono appena tornato dall'ITALIA WAVE LOVE FESTIVAL, che se non fosse per la straordinaria performance degli Scissor Sisters starei tutta la notte a parlarne male.
Solo un' accenno: parcheggi lontani, senza bus navetta, mangiare e bere carissimo, poliziotti ovunque...
Ma gli
hanno spaccato di brutto, e la rossa è stata fantastica, a un certo punto si è messa a parlare italiano e la frase che gli sono uscite frasi del tipo " sono una brutta troia, voglio che mi schizzi sulle tette"
vo via!!!!!!

mercoledì, luglio 18, 2007

non ci resta che dormire..


Oggi è uscito un articolo sul giornale che sostanzialmente diceva " abbiamo fatto tutto bene, e secondo noi il Festival pistoiese è stato un successone" questo almeno è quello che sostiene l'amministrazione Berti.
Chiaramente le cose non sono andate così, e quest'anno se ne sono accorti tutti quegli che sono passati da Pistoia in questi tre giorni.
io cercherò in questo post di esporre la mia umile ma meoniana visione:
dagl'occhi di chi ogni anno, da un po' di tempo a questa parte, prende possesso di uno dei posti espositivi che l'amministrazione mette a disposizione (gratis fino all'anno scorso, 6,00 euro quest'anno, 21,00 eruo il prossimo) vi posso assicurare che sembrava di essere al solito mercato del sabato, le bancarelle originali quasi scomparse, è l'interesse della gente vicino allo zero, sono mancati tutti quei personaggi che venivano al blues per trovare qualche chicca etnica introvabile o qualche artigiano undergound che esponevo assurdi manofatti, i pochi che sono venuti hanno trovato i cenci del meo, le borse griffate contraffatte, la roba da mercato e qualche caso isolato di preistorico interesse.
della musica si sono lamentati in diversi, tranne i nostalgici che sono venuti a vedere le solite vecchie stars.
Io credo che ci voglia un cambiamento, cominciando a ripensare i contenuti e lasciando stare il contenitore, che a mio avviso fa acqua da tutte le parti.
Queste amministrazioni di sinistra toscane stanno andando in direzioni che non riesco a concepire, non si rimproverano mai nulla, sono sempre convinti di stare dalla parte della ragione, anche quando l'evidenza gli da torto, non si occupano più di dare della qualità, dei contenuti, delle risposte.....
sento sempre parlare di sicurezza, ti tariffe, di telecamere, di controlli, di contenere il problema, di sanzioni...
se la situazione sta così, dubito che il Pistoia Blues abbia più bisogno delle mie stupide magliette, credo che il mio posto sia pronto per essere ceduto ad uno di questi commercianti che troviamo ogni sabato nelle nostre piazze a vendere la sua merce, o meglio ancora a qualche amico senegalese affinché venda un po' di griff falsa a qualche sfigato, per permettere al lui di mangiare e allo sfigato di fare il tronista de noi atri.
il prossim'anno se non cambia qualcosa non ci resta che dormire...
io intanto con quei 4 soldi che ho guadagnato ho comprato 2 biglietti per Londra e me ne vado 5 giorni nel Regno Unito, nel frattempo mi godo le ferie girando con la mia mitica Lambretta

lunedì, luglio 16, 2007

Seconda e ultima puntata PT Blues 2007.. BUONANOTTE






Il Pistoia Blues è quasi morto, e con lui tutto il mercatino.. dovrei innescare la solita polemica, ma non ne ho voglia, Quindi: LARGO A NUOVE FOTO.












sabato, luglio 14, 2007

Prima puntata Pistoia Blues... il dibattito continua.











ecco a voi le prime immagini del fantomatico banchino Meo & AZZU che quest'anno è munito anche di uno slogan...
ci sono gli amici, ci sono i clienti che indossano le "creazioni" c'è un po' di tutto persino un vecchio singnore che non so chi sia.......
chiaramente il dibattito continua...




mercoledì, luglio 11, 2007

sono un qualunquista?????

in questi giorni alcune persone, qualcuna anche più importante di un semplice conoscente, mi ha detto che sono un qualunquista o che racconto le questioni "politiche" in modo qualunquista..
questo forse è vero, ma se proprio devo essere giudicato per quello che scrivo, mi piacerebbe che fosse fatto da chi, nel bene o nel male legge l'unica vera rubrica che uno come me possa scrivere,
quindi cari frequentatori di Meolandia, fatemi sapere cosa ne pensate? ditemi se devo smettere di mettere nero su bianco quelle che sono le mia riflessioni su argomenti seri...
mentre aspetto che qualcuno dei miei pazzi lettori mi dia un'indicazione, voglio darvi un consiglio, cosa che non si dovrebbe mai fare:
se non l'avete ancora fatto andate a firmare ai banchini che raccolgono le firme per il referendum elettorale... molti politici non lo vogliono... chi sa perchè???
ultimo Veltroni, che spara frasi del tipo ''Sostengo referendum ma non firmo''
ma che cazzo vuol dire???????

sabato, luglio 07, 2007

organizzazione della produzione = 24


il titolo è banale ma sintetizza il concetto, poi sono troppo stanco per mettermi a pensare un titolo meonoide, se vi piace godetevi la Lampada.
quest'esame che consisteva in una parte teorica ed una progettuale, che ho svolto in combriccola con il mitico Jaky, ha dato questi risultati 24 a me 26 a lui, ma sono voti bellissimi visto che il progetto è piaciuto ma con la teoria c'era da scappare.

"un'esame dato è un'esame levato" meno sette...

ora sono libero da esami fino a settembre quindi devo solo fare quest'ultima settimana di lavoro che dedicherò a preparare gli sconti Zara e la sera tutta macchina da cucire per preparare gli straccetti di Meo per il mercatino del PISTOIA BLUES, della serie "sempre alle porte coi sassi".

martedì, luglio 03, 2007

Arrivano i 30 vibranti....

Oggi c'è stata la fantomatica presentazione del progetto "Fun Factory"...




Lo stand espositivo per l'azienda omonima, www.funfactory.de , che fabbrica dei Toys sex da paura "provateli perchè sono stupefacenti "..
Già qualche tempo fa ne avevo parlato entusiata scaturendo interessanti commenti.
Comunque:
L'esame ha fatto vibrare un 30 che ha suscitato un' orgasmo ai tre spregiudicati che hanno avuto il coraggio di presentarsi alla cattedra di un Prof universitario con una serie di falli di gomma inseriti in uno spettacolare mega dildo da posizionare nelle più belle piazze del mondo.

Il Meo - ideatore e documentarista
La Cate - illustrator e supervisor
Il Jaky - tecnico e renderist

Un trio che in questi ultimi tre anni si è amalgamato a al punto di riuscire ad affrontare le imprese più ardue.

Concludo con il solito motto: "un'esame dato è un'esame levato"

meno Otto

lunedì, luglio 02, 2007

COMUNICATO STAMPA


Lista Civica - CittàPerTe Quarrata (PT)
Nel corso di questa settimana si sono susseguite una serie di dichiarazioni da parte di varie forze politiche che formano l'attuale maggioranza a Quarrata: Laici socialisti, Pdci e l'Italia dei Valori (non rappresentati in consiglio comunal) e dalla Margherita. Le loro esternazioni vertevano sulla "totale indisponibilità" ad una entrata in maggioranza della nostra lista: Quarrata CittàPerTe.
I fatti: mai, ripetiamo mai, la nostra lista ha chiesto di essere coinvolta nell'organizzazione della nuova giunta. Dopo vari approcci verbali, siamo stati invitati ad un confronto che si è svolto lunedì 25. Al tavolo, oltre a noi, sedevano i DS, La Margherita, Rifondazione comunista e il Sindaco. Dopo pochi minuti il tavolo si è trasformato in palude, il politichese ha tracimato. Facendo emergere solo la vaga disponibilità a creare un percorso di avvicinamento. Quanto timore, quanta paura. Due ingredienti di una politica logora e vecchia che ci ha fatto comprendere quanto spesso la vittoria sia una trappola. Avete vinto per una manciata di voti, equivalente ad una Caporetto quarratina. Non avete ancora aperto gli occhi, siete ancora nell'ebbrezza, non della vittoria, ma della scampato pericolo. Sappiate che c'è qualcosa di più grande della democrazia dei numeri: è la democrazia di un popolo di coscienze libere e dedite alla causa di tutti, privilegiando i più deboli. Attendiamo una politica che esca dalla logica bellica della vittoria, e sia fatta di incontri, nella ragione e nel senso dell'affrontare i veri e urgenti problemi che la nostra gente ha. La democrazia dei numeri è senza alcun dubbio da rispettare, ma non è ancora il governo della ragione umana, tanto è vero che le maggioranze spesso si ottengono con la suggestione, i piccoli favori, le menzogne, oppure come ha fatto per il nostro caso, l'ex-sindaco, con appelli da "Salvatore". In politica questi proclami, si fanno per dare un segnale di potere. Una maggioranza così ottenuta legittima il potere, ma non per questo ne cambia la sostanza. Noi non siamo disponibili a farsi abbindolare dal potere. Il vero potere è la coscienza dei valori umani: se il potere delegato li serve, bene, avrà la nostra collaborazione, sennò troverà la nostra resistenza, una resistenza che si moltiplicherà nella gente fino a farlo cadere. Simone Weil, ci ricorda che: "la verità diserta i vincitori".
Lunedì 2 luglio andremo in Consiglio comunale con la ferma convinzione che questa classe politica è inadeguata per la nostra città.
Lista Civica - CittaPerTe Quarrata

* riportato integralmente così come pervenuto