venerdì, maggio 19, 2006

quasi le due

sono quasi le due del mattino, e la testa mi scoppia per tutte le cose che sento, che vedo e che non vorrei sapere e vedere, questi sono i veri momenti in cui scrivo volentieri sul blog, cioè quando scrivo di getto pensieri che vengono direttamente da meolandia, questa terra meravigliosa che solo io conosco e chi sa per quale motivo metto in rete, una risposta potrebbe essere, quella di far vedere al mondo, o almeno a voi pochi fruitori, quel che brurica nel cervello di un soggetto come me.
oggi ho scoperto che la legge tanto derisa e discussa, fatta dal governo Zapatero, approposito della salvaguardia delle scimmie, non è poi così stupida, ma non mi va di stare quì a spiegarne i motivi, internet mi sembra un buon mezzo per scoprirlo, vi dico solo che una veterinaria/animalista Basca a scoperto che in idonesia le femmine di orango vengono catturate e usate per violenze sessuali da parte degli uomini, una è persino riuscita a salvarla dalla schiavitù,la tenevano in un bordello incatenata al letto.
poi ho leeto che un gruppo di personaggi di destra italiani hanno dichiarato di voler bruciare in una pubblica piazza copie del "il Codice da Vinci" "leggete" .
intanto Prodi a esclama Via dall'Iraq e dalla precarietà , e questa non è male, non è Zapa, ma contentiamoci.
intanto il sonno incombbe, e la palpebra cala, intorno a me c'è solo una piccola camera piena di roba, accuratamente disposta in modo confusionale, più o meno come i miei pensieri .. ora pubblico sono quasi le 2:30.

5 commenti:

miss alice ha detto...

solo per dirti che e' un piacere entrare in meolandia.
anche se non lascio commenti sono una fan dei "pensieri accuratamente disposti in maniera confusionale"

Frangipani ha detto...

... ma se l'avessero letto con attenzione avrebbero visto che il codice da Vinci è una bella lettura da "ombrellone", scritto in uno stile veramente elementare da romanzo giallo "economico", accattivante ed appassionante. ma perchè prendersela tanto con un romanzo che per giunta si è detto e ridetto che è completamente scaturito dalla fantasia di un comune mortale? personalmente mi sono piaciuti i due terzi iniziali, poi però la parte finale mi ha deluso.
che poi offenda la persona di Cristo, sinceramente non mi pare. semmai offende l'idea che da sempre la chiesa si è fatta di Cristo.
più si accaniscono contro il romanzo (e il film), e più la gente andrà a vederlo, se non altro per curiosità, riportando incassi record. come tutti avevamo previsto.

Vero ha detto...

Ma Cristo è offeso di più dallo schifo di corruzione materiale e morale presente nel mondo o dal "Codice da Vinci"???
E' un libro, ma daaaaaaai!
Odio odio e poi odio, anzi aborro, le polemichette sterili all'italiana!

MEO ha detto...

siiiiiiiiiii!!!!!!
aprire la discussione è proprio quello che deve succedere su meolandia.
grazie a tutte

guerrilla radio ha detto...

Ogni anno nell’ultima Domenica di maggio, in occasione della Festa di San Giorgio, si svolge il Palio storico di Ferrara. In pratica vengono utilizzati dei cavalli che devono correre a folle velocità lungo un percorso ad anello delle dimensioni molto ridotte e su una superficie sabbiosa, molto scivolosa, non adatta alle corse di cavalli. Gli animali spronati a folle velocità si urtano e cadono l’uno sull’altro. Dalle immagini televisive e dalle numerose testimonianze, giunte all’OIPA da parte anche di cittadini di Ferrara, ci sono stati 3 cavalli che si sono spezzati le gambe e dopo atroci sofferenze sono stati abbattuti (uccisi).
“Il palio più antico del mondo”! Questo è lo slogan riportato sul sito del Palio di Ferrara, che oltre ad essere il più antico, “è peculiare per il tipo di corsa , che è corsa di festa […] E’ un momento particolare ed importante per la città che si veste dei colori delle contrade, le quali scendono in Piazza per guadagnare il palio, ma anche, e soprattutto, per far festa e ricordare il Rinascimento, un tempo in cui Ferrara era davvero una capitale”.
Una “Festa” trasformata in una vera e propria strage di animali, aggiungiamo noi.
Ancora una volta ci domandiamo, se abbia ancora senso ricostruire storicamente un evento che non ha più nulla a che fare con la tradizione, ma solo con il sadismo di assistere alla sofferenza di esseri viventi senzienti costretti a gareggiare, e a morire, per il puro divertimento dell’uomo.

---firma la petizione:

http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1357