domenica, maggio 06, 2007

il Dandy-Mod-FashionVictim-DeNoiAltri che non sono altro.


In questi giorni le cose vanno benissimo, come sapete ho preso un 30 e lode, lavoro stabilmente da più di un mese e in questi giorni ho ricevuto la mia prima busta paga intera..
Quindi il mio ego è più forte del solito, non ho fatto feste o cerimonie, ma la mia esuberanza si è manifestata attraverso uno stile dandy inusuale per il mio quotidiano, ieri ad esempio sono sprofondato sul divano dell'Azzurra mentre guardavo la televisione con giacca e compagnia bella, e va bè.. Quando lo style chiama non si può non rispondere, daltronde il bello della moda e riuscire a distinguersi, il famoso concetto di distinzione che ha fatto si che la moda diventasse cosa rituale fino ai giorni nosti, "distinguersi da una massa per avvicinarsi ad un altra" o "distinguersi da una classe sociale per appartenere ad una più elevata".
Io in questo caso non so da cosa mi voglio distinguere, ma so che nonostante il mio personaggio sia sempre più vicino alla mia realtà, continua a stupirmi con effetti ultra speciali ..

Anche oggi, dopo essermi svegliato piuttosto tardi mi sono dandyzato e sono andata a mangiare al pranzo organizzato dalla Lista civica che partecipa alle prossime elezioni amministrative della mia città, è se volevo distinguermi ci sono proprio riuscito, visto il contesto Sagro-casereccio dell'evento, ma il fatto di essere li a praticamente cancellato il mio look uniformandomi ad un gruppo di amici con i quali ho mangiato e chiacchierato volentieri, infatti come si vede dalla foto il mio essere degl'Olmi si è manifestato splendidamente davanti ad un bel piatto di piselli, dando vita a quel vero me che amo da sempre, ossia il Dandy-Mod-FashionVictim-DeNoiAltri che non sono altro.


Concludo questo post con una notizia che non è proprio una novità in questo paese: in Italia più dell' 80% degli italiani abitano in una casa di proprietà (delle banche) perché è meglio pagare il mutuo che l'affitto, quindi abbassare l'ici sulla prima casa, agevolare il prestito ecc...
Ma è possibile che in questo paese non si riesca a capire che per rilanciare una vera politica della casa bisogno rilanciare il modello Affitto, chiaramente a prezzi decenti che permettano ad un individuo o una famiglia di avere un tetto sopra la testa senza dover indebitarsi fino al collo con queste stramaleddete banche, e poi la filosofia dell'affitto favorisce la mobilità, la mobilità degli studenti, la mobilità delle coppie, la mobilità delle famiglie, il cosiddetto mattone di proprietà e anche un mattone che ti appesantisce e non ti permette di volare.
io non riesco a capire perché la casa non può essere considerata un bene di consumo, da sfruttare per il breve periodo che l'individuo transita su questa terra, come una macchina, un maglione una lavatrice..
Ma ora credo che mi debba fermare qui perché sento che una giacca da smoking anni settanta di raso nero che ho comprato in un mercatino anni fa, mi chiami per trovare il suo giusto abbinamento per accompagnarmi a mangiare una pizza al Circolo Scintilla di San Michele, Agliana.

3 commenti:

Jackie ha detto...

io sono per il modello "proprietario di 1 poi 2 poi 3 poi 4 case poi... il mondo.... il re del mondo (che peraltro ci tiene prigionieri ancora)

nonsisamai ha detto...

qui dove vivo io e' piu' o meno come dici tu, la casa non e' "per sempre"

MEO ha detto...

benissimo... perché niente e per sempre anche quando credi che lo sia, e di sicuro anche i soldi ti danno qualcosa di temporaneo.
mitico jackie.. non ho mai avuto dubbi sul tuo futuro da palazzinaro, da buon studente di economia italiana, mai disdegnare il mattone.